Nuovo Spettacolo (Dicembre 2018)

Sabato 15 e Domenica 16 Dicembre andrà in scena  "Pinocchio" di Carlo Collodi, il cui adattamento teatrale è stato curato dalla regista Susanna Lupo.

 

Gli orari saranno i seguenti:

 

Sabato 15 Dicembre ore 16.30

Domenica 16 Dicembre ore 17.30

 

 

Parte dell'incasso sarà devoluto per dare la possibilità ai poveri della Parrocchia di trascorrere un Natale dignitoso

Avviso

Ringraziando tutti coloro che hanno mostrato interesse per il nostro gruppo, colgo l'occasione per informarvi che attualmente il gruppo si incontra il lunedì dalle 17 per preparare insieme ai bambini "Pinocchio " che andrà in scena il 15 e 16 dicembre e 

il venerdì dalle 18,30 per ripassare "Pensione Pomodoro", che sarà replicata il 10 ed 11 novembre.

Se volete venire  a conoscerci ci troverete nel nostro laboratorio presso il Salone Teatrale della Parrocchia.

Cordiali saluti 

Susanna Lupo

Nuovo spettacolo (Giugno 2018)

Sabato 9 e Domenica 10 Giugno andrà in scena lo spettacolo Pensione Pomodoro di Fiorenzo Fiorentini.

 

Gli orari saranno i seguenti:

 

Sabato 9 Giugno ore 20.30

Domenica 10 Giugno ore 17.30

 

Aprile 2018 - Replica Spettacolo

A grande richiesta il nostro gruppo teatrale replica Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry. Le date sono: 

Sabato 21 Aprile ore 17.30

Domenica 22 Aprile ore 17.30

Aprile 2018 - Nuove tribune

Nel mese di Aprile 2018 sono stati ultimati i lavori per le nuove tribune della Sala "Maria Teresa Carloni". 

Sono state intitolate a due dei registi che hanno dato tanto alla nostra realtà teatrale: Andrea Sottile e Oronzo Giannini

 

Ancora un grazie al Parroco, Don Francesco Giuliani

Nuovo Spettacolo (Dicembre 2014)

Il nostro gruppo teatrale andrà in scena con

Spirito Allegro di Noel Coward.
Le date sono
Sabato 13 Dicembre ore 20.30
Domenica 14 Dicembre ore 17.30

Nuovo Spettacolo (Maggio-Giugno 2014)

Il nostro bel gruppo di Teatro manderà in scena un'altra famosa commedia di Carlo Goldoni:

La Locandiera

Le date sono:

Sabato 31 Maggio 2014 ore 20.30
Domenica 1 Giugno 2014 ore 17.30

 

Le prenotazioni sono effettuabili anche mediante la nostre mail: facciamocompagnia@gmail.com, specificando per quale data, per quante persone e a che nome si vuole prenotare.

 

Nuovo Spettacolo (Novembre 2013)

Una bella commedia di Carlo Goldoni sarà portata dal nostro bel gruppo.
Il Ventaglio

Le date sono:
23 Novembre 2013: ore 20.30
24 Novembre 2013: ore 17.30

Le prenotazioni sono possibili anche mediante la nostra email: facciamocompagnia@gmail.com, specificando per quale data,per quante persone e soprattutto a che nome riservarle.

Nuovo Spettacolo(Febbraio 2013)- Saving the Date!!!

Una divertente commedia di Oscar Wilde portata in scena dal nostro affiatato gruppo teatrale.

L'Importanza Di Esser Franco

Le date sono:

23 Febbraio 2013 ore 21.00
24 Febbraio 2013 ore 17.00

 

Le prenotazioni sono possibili anche mediante la nostra email: facciamocompagnia@gmail.com, specificando per quale data,per quante persone e soprattutto a che nome riservarle.

Nuovo Spettacolo(Dicembre 2012)!!

Eccoci nuovamente pronti ad accogliere un nuovo spettacolo del nostro piccolo grande Teatro.

Tre dei nostri bravi attori si cimenteranno nei tre atti unici di Anton Cechov dal titolo:

 

Il Canto del Cigno

Tragico Controvoglia

La Signora con il Cagnolino

 

Le date della messa in scena sono:

 

14 Dicembre 2012 ore 19.00

15 Dicembre 2012 ore 19.00

16 Dicembre 2012 ore 17.30

 

Le prenotazioni si possono fare anche mediante l'e-mail facciamocompagnia@gmail.com, specificando il numero di persone,per quale serata, ma soprattutto a quale nome riservarle.

 

 

Avviso

Oggi 9 Luglio 2012 è venuto a mancare il nostro amico e compagno di teatro Fermano Felici.

Per chi vorrà partecipare insieme a noi all'ultimo saluto terreno, le celebrazioni si terranno nella Parrocchia di N.S. di Coromoto, mercoledì 11 Luglio 2012 alle ore 11:00.

A Fermano

Ciao Fermano,

ti scriviamo per dirti che in un modo o nell'altro, spinti dalla Fede oppure dalla semplice consapevolezza che nulla ha mai un termine, queste parole possanno arrivare a te insieme a tutto il nostro affetto.

E' inutile dirti che ci mancherai, perché sappiamo quanto ti dia fastidio il melodramma e poi questo è lapalissiano tra amici che per un pò non si potranno vedere. Quindi non ci resta che ringraziarti per tutto quello che hai dato al gruppo, per le belle risate fatte in Compagnia, per l'amico sincero che sei, per l'insegnamento e per la dolcezza che inconsapevolmente hai dato ai nuovi entrati in famiglia.

Non potrai essere più fisicamente in mezzo a noi, ma sei e sarai sempre nello spirito di questo Gruppo.

Ti vogliamo bene Fermano,

un grosso bacio e un abbraccio,

i tuoi compagni del Teatro

Avviso

Nella sezione Video troverete "Non è vero ma ci credo!".

Il video è stato girato nella seconda replica in data 27 Novembre 2011

Importantissimo:

Vista la grande affluenza agli spettacoli di Giugno, "Non è vero, ma ci credo" di Peppino De Filippo, e "Trenta Secondi d'Amore" di Aldo De Benedetti, ci saranno due repliche a Novembre per ciascuno degli spettacoli.

Segnatevele quindi per bene:

 

Trenta Secondi d'Amore:

5 Novembre 2011 ore 21.00

6 Novembre 2011 ore 17.30

 

Non è Vero, Ma ci Credo:

26 Novembre 2011 ore 21.00

27 Novembre 2011 ore 17.30

 

Le prenotazioni sono gradite e potete farle anche mediante l'e-mail del sito:

facciamocompagnia@gmail.com, specificando quale spettacolo e quale giorno,ma soprattutto a quale nome riservarli.

 

 

Commenti: 2
  • #2

    Teatro L'Oasi (domenica, 02 dicembre 2012 21:43)

    Salve Signora Anna,
    mi scusi se non le ho risposto subito.
    Purtroppo le date dello spettacolo "Non è vero ma ci credo" si riferivano all'anno 2011.
    Speriamo di averla nostra spettatrice a Cechov.
    Buona serata,
    DC

  • #1

    Anna D'Angelo (domenica, 25 novembre 2012 21:30)

    Vorrei cortesemente prenotare un biglietto per
    "Non è Vero, Ma ci Credo"
    del 26 Novembre ore 21.00,
    grazie anticipatamente,
    buna serata,
    AD

Dicono di noi.....

Un Turco Napoletano - 9 Novembre 2010

Il Teatro della Parrocchia, una meravigliosa attività della nostra comunità.

 

Da molti anni, un cospicuo gruppo di persone piene di passione per l’Arte e di voglia di fare si riunisce nella nostra Parrocchia per rappresentare alcune delle perle che il Teatro europeo e non ci offre.
Spesso è capitato che venissero riadattati alcuni testi, che però non sono stati mai una delusione o una riduzione del lavoro dello Scrittore, ma che anzi, hanno avvicinato ancora di più i parrocchiani e non alla magia e al calore che solo il buon teatro può dare.

La commedia ultima, andata in scena a giugno e in replica ad ottobre, pur essendo, come detto, alla terza replica, ha richiamato molto pubblico, rendendolo partecipe e facendolo ridere di cuore alle scenette di Scarpetta, il cui umorismo non è mai passato di moda.

Gli attori sono spontanei e in loro non vi è traccia della meccanicità che spesso rappresenta il recitare di alcuni che ritroviamo anche nella televisione.
I nostri teatranti mettono in gioco loro stessi, non curandosi dei possibili errori, ma anzi riuscendo a riprendere egregiamente il filo del discorso, senza che il pubblico se ne accorga.

Questo gruppo, pur essendo in continuo itinere, perché negli anni si sono aggregate nuove persone, mostra un grandissimo affiatamento fra gli attori, che pur appartenendo a differenti fasce di età, si amalgamano tra loro, fortificando la grande famiglia che si è andata formando, grazie a due ottime guide registiche.

Il lavoro ultimo è ottimo e rende fede all’opera di Scarpetta, che può andar fiero di questo bel gruppo di attori che mette in scena la propria passione per la nobile arte della quale lo stesso Scarpetta fa parte.

Aspettiamo quindi una nuova rappresentazione, che andrà in scena molto presto nel nostro teatro, che sarà anche piccino, ma è accogliente e pieno di vita, come solo un’arte come il teatro può essere.
Siamo pronti a questa nuova piccola, grande opera, che ci farà sognare e divertire, come sempre.

 

Trenta Secondi D'Amore - 11 Giugno 2011

Il Teatro Parrocchiale. . . Nuove Commedie, nuove emozioni

 

Torniamo a parlare del nostro bel gruppo teatrale, che anche in questo mese ci ha regalato una divertente commedia.
Dopo aver portato in scena due opere di due grandi autori quali Cechov e De Filippo, sabato 4 e domenica 5 giugno, il gruppo teatrale ha rappresentato “Trenta Secondi d’Amore” di Aldo De Benedetti, una commedia in tre atti ambientata nel 1937 a Roma.

Gli attori danno il meglio di se sin dalla prima sera, non lasciando trasparire l’emozione, ma anzi mostrando il meglio di se, dando vita alla propria parte, nel modo in cui solo l’amore per il Teatro sa fare.

La freschezza della recitazione, le piccole e divertentissime modifiche fatte dagli attori stessi o dalla Regista, come ad esempio l’introduzione del dialetto veneto del parente petulante, rendono ancor più piacevole la visione di queste due ore e mezza di spettacolo, che grazie alle risate, passano senza nemmeno accorgersene.

Anche in questa rappresentazione si conferma la sintonia tra gli attori ed il loro essere uniti, che durante la scena mostrano tutto il loro essere affiatati e la loro complicità scenica, così da far capire ancor più a noi spettatori, cosa può fare la magia del Teatro nei cuori di persone che amano questa magnifica Arte.

Pur essendo di nicchia, questa commedia si mostra all’altezza della precedente opera rappresentata dal Gruppo e ci fa così ridere di questa “proposta indecente” fatta da un impudente investito alla protagonista.

Gli attori giovani, pur avendo ruoli fondamentalmente marginali, mostrano la loro abilità recitativa e la loro voglia continua di crescere e maturare.

Da fonti certe, ma ufficiose, il Gruppo tornerà a replicare in ottobre. Quindi vi esorto sin da ora ,per chi non avesse ancora avuto il piacere di vedere questa fresca commedia, a non perdere l’occasione e. . . Occhio alle locandine... Coming Soon! 

 

Arsenico E Vecchi Merletti - 5 Maggio 2012

Quando il Comico incontra il Noir … a Coromoto

Eccoci nuovamente a parlare del Teatro L’Oasi, la piccola grande realtà di Coromoto, che ormai da trent’anni ci accompagna, almeno 4 volte l’anno, con opere di ogni genere.
Il 5 Maggio 2012, per la prima volta sul nostro palco, è andata in scena una delle commedie nere più celebri e divertenti di tutti i tempi: “Arsenico e Vecchi Merletti” di Joseph Kessilring.
Avendo rivisto da poco il film di Frank Capra, noto che la pièce teatrale è molto più fluida e tiene gli spettatori incollati ... al palco e non risente assolutamente del passare del tempo, cosa che non posso dire della versione cinematografica, rispetto alla quale ci sono alcune diversità, come il finale, che rendono ancor più divertente la commedia.
Gli attori hanno dato il meglio di sé, non lasciando trasparire la paura di mettere in scena un’ opera così diversa dalle altre sinora rappresentate.
Assolutamente da lodare l’interpretazione di Antonella Cascio, che con la sua versatilità ha efficacemente reso reale il carattere del personaggio della Dottoressa Curie; non da meno sono state le performance delle “adorabili ziette”, ruoli sostenuti da Susanna Lupo e Luciana Sciarretta.
Da menzionare inoltre i bravi Andrea Sottile (Zio Teddy), Attilio Tacconelli (Mortimer Brewster), Luciano Bresciani (Jonathan Brewster), Fermano Felici ( Agente Rooney), Gianluca Di Filippo (Agente O’Hara), Angelo Aureli (Signor Gibbs e Signor Witherspoon) e la brava Marta Tacconelli (Elena Harper), che con il loro ottimo lavoro sono riusciti a far riaccendere l’amore a quelli che già conoscevano la commedia e far innamorare coloro che non avevano ancora avuto il piacere di viverla.
Pur avendo la Compagnia un budget limitato, ha saputo gestire al meglio le proprie risorse,regalandoci sorprendenti effetti scenici molto efficaci ed utilizzando un ottimo escamotage di gestione temporale nel montaggio della scena, grazie alla bravura e all’esperienza della regista Susanna Lupo e del tecnico audio-luci Gianluca Di Filippo.
La commedia ha meritato un pubblico numeroso in un sabato ricco di risate.
Notizie ancora da confermare, mi dicono che prossimamente il nostro teatro amatoriale si vestirà di British, portando in scena un’ opera anti-vittoriana, così da mostrare ancora una volta come lo spirito di Coromoto sia aperto a tutte le realtà culturali e teatrali, grazie al sostegno di Don Francesco, che ci ricorda come sia meraviglioso aprire il nostro cuore e la nostra mente.

Trittico di Cechov - 16 Dicembre 2012

La stagione teatrale 2012-2013 parte con un interessante proposta che a noi piace chiamare “Trittico” perché si tratta di tre atti unici del drammaturgo Anton Cechov. La prima storia, intitolata

“Il Canto del Cigno”, mette in evidenza la grande esperienza e bravura di Angelo Aureli, che esprime con naturalezza e gravità la consapevolezza di un uomo che ha dedicato tutta la sua vita al teatro e che ora come il cigno vede coincidere la fine della sua esistenza con quella della sua carriera.

Nel secondo atto,“Tragico Controvoglia”, si cambia completamente registro, essendo una storia all'insegna del divertimento. L'umorismo però è quello dai toni un po' noir, dove lo spettatore è si dilettato dalle sfortunate vicissitudini di Ivan Ivanovic, ma è allo stesso tempo coinvolto con lui nel sentire tutta l'ansia e l'impotenza del non essere ascoltati. Attilio Tacconelli riesce infatti in questa difficile impresa, ed è con la sua maestria che rende credibile la tragicomicità del personaggio.

Il terzo atto è invece un racconto romantico e cioè la storia d'amore mai pienamente vissuta di due maturi signori, che per caso si incontrano in villeggiatura. I due personaggi principali sembrano essere stati cuciti apposta per il già citato Angelo Aureli e per l'ottima Luciana Sciarretta, che abbiamo visto recitare magnificamente nella scorsa stagione in “Arsenico e Vecchi Merletti”. Gradevolissima la presenza scenica di Franco Marziali, che anche se in piccolo, ha dato colore all'atto. I bravi attori sono stati diretti dalla pluriennale competenza di Oronzo Giannini.

 

 

L'Importanza di Esser Franco - 23 Febbraio 2013

British in Coromoto

La stagione invernale si è chiusa con la frizzantissima pièce teatrale firmata Oscar Wilde: “L'Importanza di Esser Franco”, andata in scena il 23 e 24 Febbraio. Possiamo con gioia dire che ha avuto un largo consenso e questo a nostro avviso ben meritato, perché gli attori, pur essendo i più giovani della compagnia, hanno ampiamente soddisfatto le nostre aspettative. Il debutto di Davide Cera nel ruolo di Giovanni Worthing alias Franco ha meravigliato piacevolmente tutti e ha fatto capire come la scuola Giannini portata avanti da Susanna Lupo formi degli attori di buon livello anche considerando il poco tempo a disposizione. Aldo Maurizi, impersonificando lo scansonato e dandy Agenore Moncriff risulta perfetto, e in scena, insieme al suo collega Cera, sono spassosissimi, segno di un'intesa e di un lavoro certosino. Le partner affiancate a questi due accreditati attori sono Ambra Ariani e Marina Petriccione, abilissime nell'esprimere tutta la volubilità e la frivolezza dei loro personaggi e anche qui il feeling con i corrispettivi fidanzati in scena è assoluto. Ritroviamo come volto familiare e garanzia di ottima performance Francesca Romana Cafolla nella parte dell'autoritaria zia Augusta, ruolo perno della commedia. Amabilissimi sono stati i personaggi del reverendo Chasuble e dell'istitutrice Miss Prism, grazie alla simpatia e dolcezza trasmesse da Sergio Carotenuto e Paola Anselmi. Doveroso è infine ricordare la new entry Giacomo Coia, che nel pur piccolo ruolo dell'ironico cameriere Lane, si può già denotare la stoffa e l'impegno di questo giovanissimo ragazzo (16 anni!) e la gentile collaborazione di Franco Marziali, che con questa commedia ha deciso di salutare il proprio pubblico, rimanendo però nella compagnia dando il proprio apporto dietro le quinte.